Tampone bambini: Lombardia, no all’isolamento per genitori

Il sito Repubblica ha pubblicato un articolo che interessa i genitori lombardi con alunni che frequentano le scuole e i nidi.

A quanto pare, la Regione Lombardia ha emanato una circolare  a tutte le Ats con una nuova linea guida che interesserà molto i genitori lombardi.

Se un bimbo è considerato “sospetto Covid”, i familiari conviventi (ovvero i genitori, i fratelli, le sorelle) non dovranno anche loro stare in isolamento, come invece dovrà fare il piccolo, in attesa dell’esito dell’analisi. I familiari conviventi saranno sottoposti alla quarantena soltanto se il bambino risulterà positivo al tampone.

Naturalmente, la Lombardia appena è iniziata la scuola, è stata una delle regioni italiane in cui si sono registrati molti tamponi di massa a causa del Covid. I casi di positività, tuttavia, sono stati minimi. Basta pensare l’1,45% dei casi in totale.

I bambini, infatti, con sospetto Covid possono effettuare il tampone in appositi punti prelievi ad hoc, aperti fino alle 14 dal lunedì al sabato. L’esito dovrebbe arrivare alla pediatra entro le 23 della sera stessa per allertare scuola e famiglia.

Naturalmente, non tutti sono favorevoli a questa circolare, in quanto i medici di famiglia hanno lanciato molte perplessità a riguardo.

fonte: repubblica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *